sabato 19 settembre 2009

Il terrorista Brunetta prende la via della guerra civile


Il ministro della Pubblica amministrazione e Innovazione Renato Brunetta, al convegno del Pdl a Cortina d'Ampezzo, attacca ancora la sinistra "elitaria e parassitaria", accusandola di preparare un colpo di Stato. Alla "sinistra per male" manda a dire: "Vada a morire ammazzata. E alla sinistra "per bene" chiede: "Recuperi gli ideali di una volta".

La sinistra si liberi dalle elite. "Mentre gestivamo la crisi non abbiamo visto l'opposizione" ha tuonato Brunetta dal palco "e questo per la democrazia è un problema. Abbiamo visto le elite, o sedicenti tali, impegnate a buttare giù il governo. Sono sempre le solite: quelle delle rendite editoriali, finanziarie, burocratiche, cinematografiche e culturali, che hanno combattuto il governo reo di aver cominciato a colpire le case matte della rendita". Alla "sinistra perbene" Brunetta rivolge l'invito a liberarsi dall'oppressione di questa "elite di merda". Una "povera sinistra che si fa usare", ma Brunetta ha la soluzione: "A questi compagni propongo una lotta di liberazione da questo abbraccio mortale".

I temi economici. Brunetta continua il suo discorso toccando i problemi economici italiani. "Il governo è pronto alla "fase due", dopo la "fase uno" che ha riguardato la gestione della crisi". E spiega "Adesso bisogna passare all'espansione, al rilancio, con investimenti per aiutare i consumi e il lavoro". E proprio a questo proposito aggiunge: "Detassare le tredicesime? No, meglio incentivare i consumi in beni durevoli".

Fini e la Chiesa. Brunetta non esita a toccare anche temi scottanti per il Pdl, come i disaccordi tra Silvio Berlusconi e il presidente della Camera Gianfranco Fini: "Le riflessioni di Fini sono una ricchezza per il Pdl. Il partito dovrà essere capace di trovare una straordinaria soluzione di compromesso alto su temi difficili come quelli che dividono, ad esempio la bioetica". Mentre sui contrasti con la Chiesa, non usa mezzi termini: "Parlo da laico mangiapreti, dobbiamo collaborare con la Chiesa nei settori in cui la Chiesa fa meglio dello Stato. Ma non collaboreremo a chi gioca al massacro, facendo ideologia politica con la tonaca".

Fonte: la Repubblica

La fisica teorica ci svela il nostro futuro

In questi tre Video-documentari realizzati dalla BBC, il fisico teorico e futurista Michio Kaku esplora la scienza d'avanguardia di oggi, di domani, e oltre. Egli sostiene che l'umanità è ad un punto di svolta nella storia.

In questo secolo, ci accingiamo a compiere la transizione storica dall' Era della Scoperta all' Era della Maestria, un periodo di trasformazione in cui si passerà da "osservatori passivi della natura" a suoi "coreografi attivi", questo ci darà non solo grandi possibilità senza precedenti, ma anche grandissime responsabilità.

Nella prima parte, Visions of the Future – The Intelligence Revolution, Michio Kaku spiega come l'intelligenza artificiale rivoluzionerà le case, i luoghi di lavoro e gli stili di vita, affiancando alla realtà anche mondi virtuali così realistici da rivaleggiare col mondo fisico.

Robot con intelligenza umana potranno finalmente diventare realtà, e nella fase finale dell'era, saremo anche in grado di unire le nostre menti con l'intelligenza artificiale della macchina.

Come esempio del prossimo futuro, si puó vedere come un paziente gravemente depresso può essere trasformato in una persona felice con un semplice click, il tutto grazie all'interazione delle Neuroscienze con l' Intelligenza Artificiale.

Visions of the Future – The Intelligence Revolution :

Nella seconda parte, Visions of the Future – The Biotech Revolution, si parla degli sviluppi della Genetica e della Biotecnologia, che promettono nel prossimo futuro piú salute, longevità e prevenzione di molte malattie con lo screening del DNA, la terapia genica potrebbe curarne molte e, grazie a nuovi organi prodotti in laboratorio, il corpo umano potrà essere riparato facilmente come una macchina, con pezzi di ricambio facilmente disponibili . In ultima analisi, il processo di invecchiamento stesso potrebbe essere rallentato o addirittura bloccato.

Ma quali saranno le ripercussioni su chi siamo e come vivremo ? E con la padronanza del genoma umano, ci si prospetta un mondo diviso da apartheid genetico ?

Visions of the Future – The Biotech Revolution :

La terza e ultima parte, Visions of the Future – The Quantum Revolution, tratta della rivoluzione Quantistica e di come potrebbe trasformare molte idee fantascientifiche in realtà, dai materiali con proprietà incredibili come l'invisibilità, a quelli con energie quantistiche illimitate, fino ad arrivare ai superconduttori a temperatura ambiente da utilizzare per l' ascensore spaziale di Arthur C. Clarke. Alcuni scienziati prevedono anche che nella seconda metà del secolo, saranno disponibili "fabbricatori personali" in grado di riorganizzare le molecole per produrre di tutto dal quasi nulla.

Ma come utilizzeremo la nostra padronanza della materia? Come la forza di Sansone per abbattere il tempio, o come la saggezza di Salomone per abbinarla alla nostra tecnologia ?

Visions of the Future – The Quantum Revolution :

Fonte: Abtechno.org

Cerca nel Blog

CERCA PER PAROLE CHIAVE - TAG

'Ndrangheta Affondamenti Afghanistan Africa Ambiente Arabia Saudita Argentina Articoli in lingua inglese Asia Australia Austria Azerbaigian Azerbaijan Bahrein Balcani Barack Obama Berlusconi Bielorussia Bilderberg Biomasse Birmania Bolivia Brasile Bulgaria Cambogia Canada Carfagna Caucaso Chavez Cina Colombia Congo Corea del Nord Corea del Sud Costa d'Avorio Croazia Cuba D'Alema Danimarca Default Disoccupazione Don Gelmini Drone Economia e finanza Ecuador Egitto Emirati Arabi Energie alternative Escort Europa Fidel Castro Filippine Finmeccanica Francia Gas Gasparri Gelmini Geopolitica - Politologia - Storia - Cultura Germania Ghana Gheddafi Giamaica Giappone Gramsci Grecia Guatemala Guerra Guinea Bissau H1N1 Haiti Hamas Honduras India Indonesia Inghilterra Inguscezia Iran Iraq Irlanda Irlanda del nord Islanda Israele Italia Karadzic Kazakistan Kenya Kim Il sung Kirghizistan Kosovo Kyoto Lavoro Lega Nord Lettonia Libano Libia Madagascar Mafia Mediaset Medioriente Medveded Messico Moldova Mossad Musica Narcotraffico Nepal Nicaragua Niger Nigeria Nord America Nucleare Nuova Zelanda Odifreddi Olanda Ossezia del sud Paesi Baltici Pakistan Palestina Panama Paramilitari PdL Perù Petrolio Politica Polonia Portogallo Puglia Putin Razzismo Redazionale Regno Unito Rep.Ceca Romania Russia Sacra Corona Unita Salute San Marino Scienze e tecnologie Scuola e Università Senegal Serbia Sicilia Siria Slovenia Soda caustica Somalia Spagna Spionaggio Sri Lanka Stati Uniti Strategie Sud Africa Sud America Sud-est Asia Sudan Svezia Svizzera Taiwan Thailandia Transnistria Tremonti Tunisia Turchia Ucraina UE Uganda Ungheria Uruguay Vaticano Venezuela Video Vietnam Wall Street Yemen Zapatero Zimbabwe

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori