mercoledì 15 luglio 2009

Svelato il piano segreto di un'invasione americana dell'Italia


Una incredibile quanto scioccante notizia è stata diffusa pochi minuti fa dalle agenzie di stampa internazionali (la prima sembra essere stata la Itar-Tass russa), un piano segreto di invasione da parte dell'esercito americano in Italia sembrerebbe ormai imminente(lo riferiscono fonti vicine al Pentagono).

"Sono ormai mesi che l'Italia è sotto la lente d'ingrandimento dell'intelligence Usa" riferisce una fonte che preferisce restare anonima, sembra infatti che la nuova amministrazione Usa abbia preso a cuore la situazione di tutti quei Paesi che vivono sotto un opprimente controllo teocratico .
Dopo il fallimento incassato, però, il mese scorso in Iran, Obama non è disposto a ripetere la magra figura, per questo al pentagono hanno rispolverato il sempre verde piano B (meglio conosciuto come piano Bush), imponenti sembrano essere in queste ore i movimenti sia via terra che via mare delle forze Usa, fonti non confermate parlano di circa 200mila uomini, senza contare i 100mila già presenti nelle caserme Nato in Italia.
Ma cosa ha portato a questa escalation nei rapporti tra Usa ed Italia?
Certamente il controllo asfissiante della chiesa cattolica sul Parlamento italiano non è una cosa nuova, così come dell'informazione( è di queste ore un allontanamento di un giornalista del Tg3 sgradito al Vaticano). La vita politico-culturale dell'Italia è tornata ai tempi dei patti lateranensi, ma certamente ciò che più di tutto ha colpito l'opinione pubblica internazionale è stata la situazione delle donne, tenute lontane da tutti gli incarichi di potere più importanti, dal Parlamento(a meno di favori particolari), dal mondo del lavoro in generale, picchiate e violentate in famiglia(anche se in Tv fanno credere che siano sempre gli stranieri ed i psicopatici) ed infine vendute come merce ai potenti di turno.
All'amministrazione Usa non è poi andata giù la pratica introdotta dai preti cattolici irlandesi anche in Italia della cosiddetta cultura pederasta, sembra infatti ormai una pratica lecita in Italia approfittare delle minorenni, a volte anche con il consenso dei genitori, dimostrando così il più completo disprezzo nei confronti dei diritti dell'uomo.
L'Nvd il partito pedofilo olandese ha intanto annunciato che chiederà al suo paese di presentare una mozione Onu( sembra che anche la Thailandia ed il Brasile siano d'accordo) per bloccare l'intervento Usa.
Il capo religioso tedesco Ratzinger sembra intanto essersi rifuggiato sulle montagne, anche se sarebbe più preciso definerle colli, che circondano Roma. La Cia è certa di sapere il luogo preciso dove si trova.
La Francia e la Germania hanno fatto sapere che non intendono appoggiare questa invasione, ma non la ostacoleranno. Gli aerei Usa saranno così costretti a partire dalla Turchia che ha sempre difeso la laicità e combattuto i governi teocratici!
La Russia e la Cina hanno condannato l'iniziativa statunitense e intendono bloccarla al Consiglio di Sicurezza dell'Onu. Medveded ha fatto sapere che una Dacia sul mar Nero è già pronta per l'amico Berlusconi, mentre i cinesi sembrano tenersi un pò in disparte!

Redazionale: di Onoff
Anche su SudTerrae

GlaxoSmithKline condannata!


La compagnia farmaceutica GlaxoSmithKline dovrà pagare una multa di un milione di pesos per aver sperimentato un vaccino contro la polmonite su 14 mila bambini di Santiago del Estero, Mendoza e San Juan, in Argentina.La multa è stata comminata dall'Anmat, l'Amministrazione nazionale di farmaci, alimenti e tecnologia medica per la metodologia usata nella sperimentazione. L'organo di controllo argentino ha accusato la compagnia farmaceutica di aver proposto la sperimentazione a famiglie povere e poco preparate a comprendere i rischi a cui andavano incontro.
Nel 2008 l'Anmat aveva aperto un'indagine in seguito alla morte di quattordici bambini. Il risultato dello studio, però, non ha rivelato una connessione diretta con il farmaco impiegato, il Synflorix. Una madre ha accusato comunque la multinazionale del farmaco di essere responsabile della morte del figlio per non aver non aver spiegato bene le conseguenze del vaccino.
La sperimentazione contro lo pneumococco, un batterio che può causare malattie respiratorie, meningite e otiti, è iniziata nel 2007. Secondo la denuncia presentata dalle associazioni mediche, i genitori di umili origini, contattati dai rappresentanti della casa farmaceutica che offrivano loro ottomila pesos, firmavano senza sapere che si trattava di una sperimentazione fatta direttamente sugli umani, in questo caso su bambini molto piccoli, che poteva comportare dei rischi.
La GlaxoSmithKline, inoltre, si è spostata in Argentina per la sperimentazione del vaccino dopo essersi vista negare il permesso a Cordoba, dove ha sede il centro specializzato che analizza i risultati dei test.

Fonte: Peacereporter

Cerca nel Blog

CERCA PER PAROLE CHIAVE - TAG

'Ndrangheta Affondamenti Afghanistan Africa Ambiente Arabia Saudita Argentina Articoli in lingua inglese Asia Australia Austria Azerbaigian Azerbaijan Bahrein Balcani Barack Obama Berlusconi Bielorussia Bilderberg Biomasse Birmania Bolivia Brasile Bulgaria Cambogia Canada Carfagna Caucaso Chavez Cina Colombia Congo Corea del Nord Corea del Sud Costa d'Avorio Croazia Cuba D'Alema Danimarca Default Disoccupazione Don Gelmini Drone Economia e finanza Ecuador Egitto Emirati Arabi Energie alternative Escort Europa Fidel Castro Filippine Finmeccanica Francia Gas Gasparri Gelmini Geopolitica - Politologia - Storia - Cultura Germania Ghana Gheddafi Giamaica Giappone Gramsci Grecia Guatemala Guerra Guinea Bissau H1N1 Haiti Hamas Honduras India Indonesia Inghilterra Inguscezia Iran Iraq Irlanda Irlanda del nord Islanda Israele Italia Karadzic Kazakistan Kenya Kim Il sung Kirghizistan Kosovo Kyoto Lavoro Lega Nord Lettonia Libano Libia Madagascar Mafia Mediaset Medioriente Medveded Messico Moldova Mossad Musica Narcotraffico Nepal Nicaragua Niger Nigeria Nord America Nucleare Nuova Zelanda Odifreddi Olanda Ossezia del sud Paesi Baltici Pakistan Palestina Panama Paramilitari PdL Perù Petrolio Politica Polonia Portogallo Puglia Putin Razzismo Redazionale Regno Unito Rep.Ceca Romania Russia Sacra Corona Unita Salute San Marino Scienze e tecnologie Scuola e Università Senegal Serbia Sicilia Siria Slovenia Soda caustica Somalia Spagna Spionaggio Sri Lanka Stati Uniti Strategie Sud Africa Sud America Sud-est Asia Sudan Svezia Svizzera Taiwan Thailandia Transnistria Tremonti Tunisia Turchia Ucraina UE Uganda Ungheria Uruguay Vaticano Venezuela Video Vietnam Wall Street Yemen Zapatero Zimbabwe

FeedBurner FeedCount

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei siti "linkati” né dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

Gli autori